Cerca
  • Valentina Caccavale

Dove mangiare a Copenhagen per non andare in bancarotta

La Danimarca non è un paese particolarmente economico. Anzi, il tenore di vita è alto rispetto a quello italiano, quindi a noi risulta tutto più caro. Compreso il cibo. Non pensate di cavarvela con i menù turistici, perché sono piuttosto costosi anche quelli.

E allora come si può fare per risparmiare sui pasti? Il modo c’è.


L’ideale è dormire in hotel con la prima colazione inclusa, che di solito si presenta come un ricco buffet. Mangiate un bel pasto sostanzioso, così a pranzo vi basterà un rød pølse, tipico cibo di strada danese molto economico: si tratta di un sottile würstel rosso, generalmente molto più lungo del panino che lo contiene (dev’esserci un motivo che mi sfugge per cui i danesi non riescono ad avere panini di lunghezza sufficiente a contenere un pølse).


Se siete a Copenhagen, ci sono due soluzioni per mangiare senza spendere cifre esagerate.

Uno è il mercato coperto di Torvehallerne, sempre in posizione piuttosto centrale. Ospita una sessantina di chioschi, che vendono prodotti freschi e piatti freddi e caldi, e una piccola zona dove è possibile fermarsi a mangiare ciò che si è acquistato. Il consiglio è di assaggiare almeno un paio di tipi di smørrebrød, piatto tipico danese. Sì, lo so, si tratta di un semplice panino aperto, ma a quanto pare i danesi ne vanno fieri. Comunque non è male e, soprattutto, potete ordinarlo tutti i giorni spendendo poco e mangiando sempre qualcosa di diverso: possono infatti essere guarniti con i classici gamberetti, con roastbeef e insalata di patate, con formaggio e salumi e così via.


[Foto di Valentina Caccavale]


Un altro è Papirøen, che si raggiunge dal porticciolo di Nyhavn (quello con tutte le casette colorate) attraversando un ponte pedonale. È un vasto spazio coperto dedicato allo street food di ogni tipo (se sentite la nostalgia dell’Italia, trovate anche prosciutto crudo di Parma e Parmigiano). In estate, questo luogo trendy si anima anche all’esterno, dove vengono messi a disposizione tavoli, panche e sdraio.


Se da Copenhagen fate una capatina a Malmö (in Svezia, dall’altra parte del ponte di Øresund, che potete attraversare comodamente in treno), provate il sillamacka, un piatto a base di aringa impanata e fritta sommersa di una salsa deliziosa.


[Foto di Valentina Caccavale]

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti